Via Buonarroti 59 | 20063 Cernusco sul Naviglio MI

333 18 03 855

Cerca

2015 - 2020

Un'AVIS giovane, consapevole, forte

>

>

2015 - 2020

Il 2015: Anno di Celebrazioni e Riconoscimenti per AVIS Cernusco

Il 2015 è un anno di festa e di gioia per AVIS Cernusco. Nell’anno del 60esimo, infatti, Pietro Varasi, amico da decenni della nostra AVIS comunale e dirigente di levatura nazionale, aderisce ad AVIS Cernusco e ne diviene, con delibera unanime, Presidente Onorario. Nella sua lettera ai Soci Pietro scrive: “Ho scelto AVIS Cernusco non solo per l’amicizia che mi lega da anni ai vostri dirigenti, ma anche perché la ritengo una delle espressioni associative più significative, capace di assemblare, con straordinaria armonia, storia, tradizioni e modernità”.

Un nuovo torneo sportivo alla memoria di Pio Mariani

Nel 2016 AVIS inaugura un altro torneo sportivo, alla memoria del socio fondatore Pio Mariani, valorizza i 10 anni di azione nelle scuole del dipartimento sovracomunale formazione con l’iniziativa “Premio di classe”, che coinvolge gli studenti dell’Itsos in una gara nel costruire comunicazione pro donazione, e che porta a donare materiale utile alla didattica a due classi della scuola medesima.

Sempre nel 2016 l’importante riconoscimento della assemblea di AVIS Provinciale Milano, che affida ad AVIS Cernusco la completa e legittima titolarità dell’azione associativa sul territorio segratese, a seguito dello scioglimento delle sezione locale, avvenuto a novembre 2015. In collaborazione con AVIS Provinciale Milano vengono organizzate delle raccolte con autoemoteca sul territorio segratese, anche per dare continuità ad una presenza di mezzo secolo.

Una digitalizzazione sempre più incisiva

Nel febbraio del 2017 l’assemblea elegge un Consiglio che valorizza tutti e tre i comuni di competenza: due sono i consiglieri di Vimodrone, uno quello di Segrate. Nel Consiglio successivo all’assemblea, quello di elezione delle cariche, sarà proprio il segratese Alberto Pettinelli ad assumere il ruolo di tesoriere, all’interno della squadra che elegge Carlo Assi presidente.
L’assemblea 2017, infatti, aveva approvato due mozioni che impegnano il Consiglio a valorizzare i consiglieri non cernuschesi e a realizzare con continuità occasioni di formazione. L’apporto dei consiglieri vimodronesi sul tema privacy e per l’organizzazione degli eventi assembleari diventa costante e si rivela di grande importanza.
Sul versante formativo nel 2017 viene ospitato un corso regionale AVIS rivolto agli operatori della sanità, oltre a proseguire l’azione, mai interrotta, del DSF nelle scuole. Dal 2018, poi, ricominceranno i corsi rivolti agli Avisini, che troveranno una dedicazione appropriata,
diventando il PerCorso Varasi, e una formula di alto livello, con relatori Da tutta la Lombardia al PerCorso Varasi di importanza nazionale.
Con il 2017 AVIS entra nella nuova sede operativa di via Buonarroti 59, assegnata dal Comune in comodato con un bando dell’anno precedente. L’associazione è anche insignita del Gelso d’Oro, l’onorificenza cittadina assegnata annualmente a cittadini illustri o ad organizzazioni socialmente rilevanti per Cernusco. Dopo una sperimentazione nella seconda parte del 2016, nel 2017 entra a regime il nuovo metodo di adesione ad AVIS, basato su un form online che affianca, e in breve tempo sostituisce quasi totalmente, il desueto supporto cartaceo. Sempre con il 2017 iniziano le campagne di promozione su Facebook e lnstagram, che convogliano gli aspiranti donatori, direttamente online, sulla pagina di richiesta di adesione, che consente anche di scegliere il centro trasfusionale preferito tra gli ospedali Uboldo e San Raffaele. Dopo anni di diminuzione continua, le donazioni annue aumentano del 5,5%. Un risultato che premia le scelte del Consiglio direttivo di AVIS, su tutte l’introduzione di un sistema di assistenza ai nuovi donatori tramite un rapido contatto telefonico e le campagne di sensibilizzazione dedicate ai giovani sulle piattaforme social. A settembre 2017, dopo una prima sistemazione, la nuova sede viene inaugurata alla presenza di Mariuccia Formentano, figlia del fondatore di AVIS Vittorio Tormentano, del presidente nazionale Argentoni, di quello regionale Bianchi e del nostro Presidente Onorario, Pietro Varasi. In sede viene scoperto un ritratto di Vittorio Formentano la cui copia identica viene donata ad AVIS Nazionale che oggi lo espone nella propria sede.

Riprendono i corsi del PerCorso Varasi

Nell’assemblea 2018 AVIS Cernusco introduce degli obiettivi di mandato definiti, misurabili, rendicontati. Un impegno non da poco, assieme alla redazione ininterrotta del bilancio sociale sin dal 2006, testimonianza di attenzione fattiva alla rendicontazione ai soci, alle autorità, ai livelli associativi di coordinamento e alla comunità locale. La medesima assemblea vede la partecipazione dei sindaci dei Comuni di Cernusco, Segrate e Vimodrone, i cui interventi sottolineano l’importanza di un tessuto civile e associativo forte per il benessere e la coesione delle comunità locali. Nella prima metà del 2018 AVIS Cernusco, grazie ad una consulenza di livello e ad un continuo coinvolgimento del Consiglio e dei collaboratori di sede, compie un percorso di adeguamento alla normativa europea sulla privacy (GDPR), così il 24 maggio assegna a ciascun volontario o collaboratore una lettera di incarico specifica. Viene discusso in Consiglio e proposto ai collaboratori, inoltre, un nuovo layout funzionale per gli arredi della sede, in quello che è chiamato “percorso partecipato di evoluzione dell’ambiente di sede”.
Nel 2018 riprendono i corsi di formazione iniziati nel 2011 e proseguiti nel 2012. L’iniziativa è da questa terza edizione intitolata a Pietro Varasi, deceduto nel dicembre 2017 e da allora nostro “Presidente Onorario in memoriam”. Tre serate al centro Card. Colombo raccolgono oltre 150 persone dal vivo e circa altrettante in collegamento Facebook. Al PerCorso Varasi si affianca, solo per AVIS Cernusco, il Corso Pio Mariani, rivolto ai volontari locali. A Cernusco intanto nasce, dalla cooperazione cittadina, la Fondazione Cernusco Solidarietà Mutualità Sussidiarietà, e AVIS Cernusco, nella persona del presidente Carlo Assi, viene invitata a tenere un intervento alla serata di presentazione. Dal 2007 è attiva la collaborazione con l’ospedale San Raffaele, un decennio che il primariato trasfusionale e AVIS Cernusco celebrano con un breve momento commemorativo, presso il nosocomio segratese Mentre le donazioni annuali flettono leggermente, le campagne web cominciano a incidere sulla percentuale dei giovani: i soci di AVIS dai 18 ai 24 anni salgono del 36% nell’anno. A supporto delle attività necessarie a conseguire i risultati parte il programma “Segreteria 4.0”, una riorganizzazione per obiettivi misurabili, monitorata costantemente, in cui la presenza di giovani collaboratori avvezzi a ragionare con tale approccio e ad utilizzare strumentazione di­gitale diviene fondamentale e strutturale.
In questi anni AVIS organizza eventi sportivi per i più giovani dedicati a Vittorio Formentano, Pietro Varasi, Flavio Sirtori, Pio Mariani, Andrea Assi e Guido Fedeli.

Un AVIS sempre più vicino ai giovani

Nell’ottica di sperimentare nuove forme di promozione online, vengono utilizzati video registrati all’assemblea regionale e a quella nazionale di AVIS con protagonisti i giovani volontari. Un progetto
pilota che si rivela fonte di ispirazione per le attività del 2019. Nel frattempo si fa ancora più strutturato il presidio di conformità alle normative per le gestione dei dati personali, con la nomina, il 31 marzo 2019, del responsabile protezione dati (DPO, Data Protection Officer) di AVIS Cernusco. E l’avvocata Ofelia Battigaglia, dell’omonimo studio di Milano. 11 14 giugno 2019, Giornata mondiale del donatore di sangue, AVIS firma i protocolli di intesa e collaborazione con i Comuni di Cernusco, Segate, Vimodrone, sulla base del modello predisposto da AVIS Lombardia e ANCI Lombardia.
Sempre a giugno un coordinamento delle AVIS della Martesana viene costituito apposta per organizzare e promuovere la partecipazione agli eventi del PerCorso Varasi, che a settembre dello stesso anno viene annoverato tra le iniziative formative di AVIS Nazionale, con la partecipazione di tre consiglieri nazionali, tra cui il presidente di AVIS Cernusco, alle attività di ideazione delle successive edizioni. Tra luglio e ottobre partono due importanti campagne dedicate al digitale. Con “Pane e web” i volontari di AVIS distribuiscono ai fornai di Cernusco dei sacchetti alimentari sui quali è inserito un qrcode. Inquadrando questo codice è possibile accedere direttamente al forzi online di adesione ad AVIS Cemusco.
La seconda campagna “AVIS, roba da giovani” , gestita dai collaboratori di sede Matteo Micocci e Giulio Longari, trasforma invece i giovani neodonatori in testimoniai di AVIS. Le loro foto, scattate all’interno di una cornice dedicata ad AVIS, vengono utilizzate su Facebook e Instagram dai ragazzi per spronare i prupt i amici a diventare a loro volta donatori di sangue. Per chiudere questo circolo virtuoso, le immagi­ni sono poi condivise dalle pagine social di AVIS Cernusco. Sempre a ottobre la sede operativa di via Buonarroti viene completata con un arredamento moderno e funzionale alle attività dell’associazione. Diventa quindi uno spazio a tutti gli effetti concepito per mettere in relazione i volontari e accogliere gli interlocutori del mondo avisino. Una delegazione di giovani Avisini lo stesso 25 ottobre incontra Mariuccia Formentano per parlare di Pietro Varasi. 

La IV edizione del PerCorso Varasi, nell’inedita forma”residenziale” di una intera giornata, si tiene a Segrate il 9 novembre. E ormai un appuntamento nazionale, a cui partecipano il Presidente Nazionale, la Vicepresidente Nazionale, il Segretario Nazionale e a cui porta un saluto il Presidente Regionale Lombardo. Oltre 70 partecipanti avisini dalla Lombardia e dall’Emilia, più alcuni esponenti di al­tre associazioni del nostro territorio. Il Corriere della Sera, nell’inserto Buone Notizie, dedica i126 Novembre una pagina ad AVIS Cernusco dal titolo “AVIS, giovani donatori di sangue crescono (a pane e social)”, descrivendo sia il PerCorso, sia la nostra strategia social e di comunicazione sui sacchetti alimentari, con i giovani donatori protagonisti. A dicembre 2019 AVIS Cernusco fa ancora una volta rete intra associativa partecipando al Mercato Solidale e al Pranzo Solidale in Vecchia Filanda. 0125 dicembre 2019 sono online i video della campagna “Facce da AVIS”, di nuovo con protagonisti i giovani Avisini.

La risposta generosa dei donatori AVIS in tempo di Covid

Nelle prime settimane del 2020 l’Italia, e la Lombardia in particolare, affronta l’epidemia di covid19, che da lì a poco viene riconosciuta come pandemia mondiale. Nel giro di poco tempo si arriva ad un drastico contenimento degli spostamenti delle persone, il cosiddetto lockdown, e anche le sedi AVIS in tutta Italia devono riorganizzare le proprie attività. Nonostante l’uscita perla donazione o per il lavoro a supporto della stessa siano presto riconosciuti come spostamenti leciti, ci attrezziamo per lavorare da remoto, in una sorta di smartworking associativo. In tre settimane AVIS Cernusco, in collaborazione con i diversi livelli associativi, utilizzando il materiale informativo prodotto da AVIS Nazionale, dialogando fittamente con ASST Melegnano Martesana e Ospedale San Raffaele, rivoluziona il metodo di chiamata e di accesso ai centri trasfusionali, introducendo la prenotazione obbligatoria e fornendo informazioni di primo contatto sia sulle misure di sicurezza sia sulle necessità di programmazione e distanziamento. Sono prima ore e poi giorni concitati, e la struttura di AVIS Cenane), dopo le riforme degli anni più recenti, non solo regge bene l’urto (dopo tre settimane siamo di nuovo a pareggio come risposta al fabbisogno di sangue), ma coglie l’occasione per assimilare la più stringente programmazione e non tornare più indietro, trovando nei donatori una risposta generosa e disciplinata.
Nel frattempo a Cernusco viviamo, nell’ospedale cittadino, tutta la drammaticità di una struttura in cui i reparti covid si espandono e sono sotto pressione per gli accessi, l’uso dei posti in terapia intensiva, la necessità di strumenti idonei.
Così AVIS, coordinandosi direttamente con la Direzione generale della “Facce da AVIS” e Natale 2019 ASST, organizza e gestisce la raccolta fondi #CernuscoRianima tramite una piattaforma online di alto livello, in cui viene rendicontato ogni passaggio della raccolta, della spesa, della consegna delle due postazioni letto attrezzate.

Nel giro di un mese AVIS raccoglie l’importo prefissato e consegna all’Ospedale Uboldo le due postazioni letto per terapia intensiva. Donatori di sangue, cittadini, cooperatori, associazioni partecipano alla raccolta. Constantes, Cooperativa Lombarda di Consumo e Fondazione Cernusco SMS contribuiscono da subito con una dotazione di avviamento, e ai donatori si aggiungono, tramite FIODS, la federazione internazionale delle organizzazioni di dono del sangue, associazioni omologhe di AVIS di quattordici nazioni del mondo. In pieno lockdown organizziamo la quinta edizione del PerCorso Varasi, distribuendolo su quattro webinar serali da uriora e un quarto, a cui hanno partecipato, tra gli altri, relatori del calibro di Fabrizio Pregliasco, presenza fissa al nostro PerCorso, e Gianpietro Briola, Presidente Nazionale AVIS. Nei duri mesi di convivenza con la pandemia AVIS non interrompe i propri lavori, introducendo un rendiconto mensile sui risultati raggiunti in termini di adesioni, donazioni, recupero di donatori inattivi. Nella fase finale del 2020 il completamento dell’area monumentale di Largo donatori di sangue a Cernusco è sintesi di un anno e di un quinquennio straordinari, fatti di apertura di orizzonti, sfide affrontate e vinte, testimoni raccolti da quei giganti di cui ancora oggi sentiamo di calcare le spalle, vedendo quindi più lontano e più oltre spingendo le nostre ambizioni e la nostra azione a favore di chi deve ricevere il sangue donato. Con la forza di una maggiore consapevolezza e di un entusiasmo più giovane.