Assemblea: 16 febbraio 2014

2012. Pronti per un buon futuro! Ci prepariamo ai cambiamenti.
27 Febbraio 2014
Undicesima giornata mondiale del Donatore di Sangue.
29 Maggio 2014

Assemblea: 16 febbraio 2014

Si è svolta domenica 16 febbraio la 58esima assemblea di Avis Cernusco.

Sede dell’incontro annuale dei soci avisini è stata per la prima volta la Filanda, recentemente ristrutturata e aperta al pubblico a Cernusco.

Temi importanti di questa assemblea sono stati la gestione e il contenimento del calo delle donazioni, le iniziative per aggregare i giovani e il grande sondaggio rivolto agli Avisini sulla loro esperienza di donazione presso i due centri trasfusionali convenzionati (Ospedale Uboldo e San Raffaele).

In merito alle donazioni, Avis Cernusco chiude il 2013 confermandosi di gran lunga la più “produttiva” Avis della zona di competenza della Azienda Ospedaliera di Melegnano (un quarto delle circa 10.000 sacche della nostra zona arriva da Avis Cernusco) anche se ha subito una “emorragia” del 6,5% nelle donazioni.

In crescita il numero totale di soci, che passa da 1490 nel 2012 a 1545 nel 2013.

L'assemblea Avis cernusco il 16 febbraio alla Filanda

Nella sua relazione il presidente Damiano Cantù ha sottolineato soprattutto:

  • la crescita del numero dei soci, +55 sul 2013, e soprattutto dei soci donatori (+40, da 1442 e 1482)
  • il lavoro rivolto ai giovani, per raggiungere le nuove leve dei donatori, sia nelle scuole (678 i ragazzi di quinta superiori incontrati a scuola) sia in momenti aggregativi di sport e di festa (“apericena”)
  • il perdurante calo delle donazioni, che prosegue dal 2009 ma che è in frenata
  • il positivo lavoro del nuovo Consiglio, in cui sono rappresentate persone di età e di sensibilità complementari
  • la crescente attenzione al territorio di Vimodrone, di competenza di Avis Cernusco

Il presidente Cantù ha raccontato quindi il primo di quattro anni di impegno nella continuità e una speciale cura nelle relazioni con il Centro Trasfusionale di Cernusco, le associazioni e i cittadini di Vimodrone.

Cantù ha dichiarato: “Il perdurare della crisi economica non ha certamente giovato alle donazioni, contribuendo ad un calo che è comunque stato la metà circa di quello dell’anno scorso. Abbiamo comunque proseguito nel 2013 le azioni correttive attuate a partire dal 2011, il che ci fa ben sperare per il futuro, e ad esse abbiamo aggiunto l’azione in profondità nella propaganda a Cernusco e le iniziative su Vimodrone, che si intensificheranno nel 2014. Ci attendiamo ottimi risultati anche dall’indagine presso i donatori, cui hanno partecipato con risposte utili e da valorizzare ben 393 avisini”.
Durante la mattinata sono stati premiati 39  soci benemeriti che hanno raggiunto diversi traguardi di numero di donazioni effettuate negli anni. Le “gocce d’oro” al merito avisino sono state attribuite a Marco Baldo, responsabile giovani, e a Rina Fioravanti, per decenni impegnata in Avis con il marito Pio Mariani.

Proprio a Pio Mariani l’assemblea ha tributato 5 minuti di applausi, tutti in piedi, al termine di un breve ricordo tributatogli dal vicepresidente Carlo Assi.
Anche quest’anno non sono mancati gli ospiti, tra cui una folta rappresentanza del Comune (consiglieri comunali e l’assessore Ghezzi) e la vicepresidente di Avis Mirabello, che ha portato a Cernusco il ringraziamento per il contributo ricevuto nel 2013 alla riapertura del centro di raccolta distrutto dal terremoto.